I sei Veggenti

che custodiscono i dieci segreti

Marija Pavlović Lunetti

Čitluk, 1/04/1965

Conosce solo nove dei dieci segreti. Ancora oggi ha apparizioni quotidiane. Vive a Monza con il marito. Tramite lei, ogni 25 del mese, la Madonna dà il suo messaggio mensile al mondo. A lei la Madonna ha affidato il compito di pregare per le anime del purgatorio.

Mirjana Dragičević Soldo

Sarajevo, 18/03/1965

Conosce tutti e dieci i segreti. Ha apparizioni solo nel giorno del suo compleanno, il 18 marzo. Vive a Međugorje. A lei la Madonna ha affidato il compito di pregare per i non credenti.

Ivanka Ivanković Elez

Bijakovići, 03/09/1964

Conosce tutti e dieci i segreti. Ha apparizioni solo una volta all'anno, il 25 giugno. Vive a Međugorje. A lei la Madonna ha affidato il compito di pregare per le famiglie.

Vicka (Vida) Ivanković

Bijakovići, 03/09/1964

Conosce solo nove dei dieci segreti. Ancora oggi ha apparizioni quotidiane. Vive a Međugorje. A lei la Madonna ha affidato il compito di pregare per i malati.

Ivan Dragičević

Bijakovići, 25/05/1965

Conosce solo nove dei dieci segreti. Ancora oggi ha apparizioni quotidiane. Vive a Boston. A lei la Madonna ha affidato il compito di pregare per i giovani e i sacerdoti.

Jakov Čolo

Sarajevo, 06/03/1971

Conosce tutti e dieci i segreti. Ha apparizioni solo una volta all'anno, il giorno di Natale. Vive a Međugorje. A lei la Madonna ha affidato il compito di pregare per i malati e i sofferenti.

Petar Ljubičić

Prisoje, 1946

Citiamo anche Petar Ljubičić, è il padre francescano responsabile della parrocchia di Međugorje, nella diocesi di Mostar.
Non è un veggente ma il sacerdote scelto da Mirjana Dragičević per la rivelazione al mondo dei dieci segreti, tre giorni prima del loro verificarsi.



Storia delle apparizioni di Međugorje

i 6 Veggenti di Međugorje da giovani Nel pomeriggio del 24 giugno 1981 Ivanka Ivanković, all'epoca quindicenne, e Mirjana Dragičević, sedicenne, stavano passeggiando ai piedi della collina del Podbrdo quando, alle quattro del pomeriggio, avrebbero intravisto una figura femminile su una piccola nube.
Spaventate, le due ragazze fuggirono e ritornarono al villaggio. Verso le 18:30 le due ragazze decidono di tornare sulla collina accompagnate da Vicka Ivanković, cugina di Ivanka.
Le tre ragazze avrebbero visto di nuovo la figura femminile con un bambino in braccio e l'avrebbero identificata sin da subito con la Madonna.
Il giorno successivo le tre ragazze salirono nuovamente sulla collina, questa volta accompagnate da Marja Pavlović, cugina di Mirjana, da Jakov Čolo (10 anni) e anche da Ivan Dragičević (16).
La Madonna sarebbe apparsa di nuovo all'intero gruppo e avrebbe avuto un breve dialogo con Ivanka in merito alla madre, scomparsa pochi mesi prima.

La notizia delle apparizioni iniziò a diffondersi, suscitando l'interesse e la curiosità dell'intero villaggio, ma anche della polizia locale, ricordiamo che all'epoca dei fatti la Bosnia-Erzegovina si trovava sotto dittatura comunista.
4 giorni dopo la prima apparizione, il 28 giugno, si riunirono circa diecimila persone ad assistere alla nuova apparizione della Vergine.
Per una quindicina di giorni la polizia tentò di ostacolare le apparizioni, chiudendo l'ingresso alla collina e prelevando i veggenti più volte, per condurre loro esami all'ospedale psichiatrico della zona.
La Vergine apparve ai Veggenti comunque, il 1 luglio di quell'anno l'apparizione avvenne sul furgone della polizia dove sono tenuti prigionieri.

La svolta avvenne quando verso metà luglio la notizia delle apparizioni fu pubblicata su un giornale di Zagabria, dando rilevanza internazionale ai fatti, generando i primi pellegrini dalle città limitrove e dall'estero.
Solamente un annno e mezzo dopo l'inizio delle apparizioni, le autorità locali decidono di non ostacolare più il flusso dei pellegrini e i Veggenti.

Le richieste della Madonna di Medjugorje
Il messaggio principale, come si comprende dal nome che si è data, è la pace (nel suo significato più ampio: con Dio, con gli uomini, ma anche interiore) e i veggenti affermano che la Madonna ha indicato loro come si può raggiungere questo obbiettivo (detti da alcuni “le cinque pietre”):

Il luogo degli incontri
Sono tre i luoghi di incontro preferiti a Medjugorje:

La collina delle apparizioni
E' il luogo nel quale i veggenti videro per la prima volta la Vergina. E' situato sopra al villaggio di Podbrdo a Bijakovic.
Da allora in questo luogo i pellegrini si radunano per recitare il Rosario.
Lungo il sentiero in salitache conduce alla collina nel 1989 sono stati collocati dei rilievi illustranti i misteri gaudiosi e dolorosi del Rosario.

La collina delle apparizioni
Krizevac, il monte sopra Medjugorje
Il Krizevac è diventato con gli anni uno dei luoghi preferiti per l'adorazione della sofferenza di Cristo.

Monte Krizevac
La chiesa parrocchiale e l'area attorno
E' il luogo della celebrazione dell’eucarestia e della vita sacramentale.
Purtroppo un violento terremoto distrusse la vecchia chiesa, costruita alla fine del secolo scorso.
Fu ricostruita nel 1969 e venne consacrata a S. Giacomo, apostolo e protettore dei pellegrini.
Nel corso degli anni si sentì il bisogno di nuovi locali ad adibire ad usi sacri per cui venne eretto un altare (per poter celebrare eventi confessionali anche all'esterno), una piccola cappella per l'adorazione del Santissimo e anche due padiglioni per celebrazioni speciali.
Chiesa Parrocchiale